Strada del Prosecco e Vini dei Colli Conegliano Valdobbiadene

Piazza G. Marconi, 1 - Valdobbiadene

« precedente     successivo »
  • segnala ad un amico
  • scarica pdf
vedi l'articolo in dettaglio

Descrizione

La Strada del Prosecco e Vini dei Colli Conegliano Valdobbiadene, costituitasi nel 2003 con una lunghezza totale di 90 km, è l’erede diretta di quella che è stata, nel lontano 1966, la prima arteria enologica italiana. Un percorso in grado di valorizzare l’intero territorio, i suoi diversi paesaggi e le tante attrattive, anche storico-artistiche che sono disseminate lungo le colline tra Valdobbiadene e Conegliano. Dello storico tracciato sono stati ripresi larghi tratti, a cui però si sono voluti affiancare altri tre suggestivi percorsi tematici: Il Feudo dei Collalto, Storia e Cultura tra Serravalle e Follina ed il Torchiato di Fregona. I percorsi proposti conducono il turista alla scoperta di un ambiente ricco di fascino e attrattive storico-artistiche, in cui si inseriscono numerose cantine produttrici che vi faranno conoscere i prodotti enogastronomici tipici del territorio.

Il viaggio ha idealmente inizio dalla città di Conegliano, più precisamente presso lo storico Istituto Enologico Cerletti, prima scuola enologica d’Italia fondata nel 1876. Si consiglia di dirigersi verso il piccolo centro rurale di Collalbrigo, dove la visuale si apre immediatamente sui verdi colli “ricamati” di vigneti. Superando la località di Rua si arriva a San Pietro di Feletto con l’antica Pieve, punto di sosta ideale per godere del magnifico panorama.
Il successivo tratto di strada si dipana sino a Refrontolo, luogo conosciuto per il Molinetto della Croda, un edificio in parte scavato nella pietra, da ritenere sicuramente una delle più suggestive tappe del percorso.
Proseguendo verso Solighetto si incontra Villa Brandolini, eretta nel XVIII sec. dall’ omonima famiglia. Si prosegue verso Farra di Soligo, con le sue Torri di Credazzo di fondazione longobarda, per giungere poi a Col San Martino dove si possono visitare l’oratorio romanico di San Vigilio e quello di San Martino, entrambi punti panoramici.
Sino a Colbertaldo poi si può godere di un paesaggio in buona parte ancora integro, gli insediamenti urbani man mano diradano lasciando spazio alle piccole “casere” che puntellano le colline vitate.
Il viaggio prosegue verso nord, circondati da vigneti, per giungere in quello che è considerato il cru per eccellenza dell'area Docg del Prosecco Superiore, ovvero l'area del Cartizze da cui si ricava l'omonimo pregiato spumante.
Dalla località Follo si risale verso Santo Stefano e quindi verso San Pietro di Barbozza (sede storica della Confraternita di Valdobbiadene), per giungere infine a Valdobbiadene dove si conclude questo viaggio di andata.

Da Piazza Marconi si riprende il cammino in direzione di Guia e, immersi in un paesaggio rurale ancora ben conservato, ci si avvia in direzione di Campea, per poi superare il fiume Soligo e giungere a Pedeguarda. Poi ancora Farrò, Arfanta, Tarzo e Corbanese dove i rilievi degradano rapidamente verso le pianure. Nei territori di Cozzuolo, Carpesica, Ogliano l’intensità dei paesaggi, ormai alle spalle, lascia il posto alla dolcezza della bassa distesa collinare, fino a giungere al centro della città di Conegliano.

Documentazione allegata

Mappa


« precedente     successivo »

Ricerca

Newsletter

Sottoscrivi la nostra Newsletter per essere sempre aggiornato sulle nostre iniziative e novità.
Non condivideremo mai con nessuno il tuo indirizzo email e potrai sempre rimuoverlo dalla nostra mailing list.
Maggiori informazioni

Social

Iniziativa finanziata dal Programma di sviluppo rurale per il Veneto 2014-2020
Organismo responsabile dell'informazione: Consorzio Pro Loco del Valdobbiadenese
Autorità di gestione: Regione del Veneto - Direzione AdG FEASR Parchi e Foreste

Vai in cima